Contatti: 0444.914381 info@lineavitastea.it

Niente bonus assunzioni per le aziende che non investono in sicurezza sul lavoro

Niente bonus assunzioni per le aziende che non investono in sicurezza sul lavoro

Nessun bonus assunzioni per il datore di lavoro che non garantisce ai propri lavoratori i livelli minimi di sicurezza sul luogo di lavoro previsti dalla normativa in vigore: è quanto ha stabilito la Corte di Cassazione attraverso la sentenza n. 23989/2016, con la quale viene ribadita la necessità di:

coniugare la politica incentivante verso le imprese che assumono nuovi dipendenti con la necessità di garantire un livello non minore di tutela per l’incolumità psicofisica del luogo di lavoro” (Cass. Sez. 5, n. 6367 del 2014; Cass. Sez. 5, ordinanza, n. 22860 del 2011)”.

Il bonus – quindi – non spetta alle aziende che violano le norme sulla sicurezza, anche in presenza dei requisiti richiesti dalla legge per l’ottenimento del bonus, e a prescindere dall’entità della sanzione, come si legge nella sentenza:

“Il limite di 2.582,28 euro, sotto il quale non scatta la revoca del credito d’imposta per chi crea nuovi posti di lavoro, ha valore “per le sole violazioni non formali alla normativa fiscale e contributiva in tema di lavoro dipendente, avuto riguardo alle fattispecie di cui all’incipit della disposizione e non anche, per quel che qui interessa, alle violazioni alla normativa sulla salute e la sicurezza dei lavoratori, in ordine alle quali si prescinde dall’entità della sanzione”.

Sicurezza sul lavoro: uno sguardo alla normativa

La normativa relativa alla sicurezza sul lavoro in Italia è regolamentata dal D.Lgs. 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro).

La legge stabilisce l’obbligo, per il datore di lavoro, di provvedere ad adottare accorgimenti e strumenti preventivi atti a tutelare e a salvaguardare la salute e la sicurezza fisica dei lavoratori, e quello di svolgere un’attività formativa e di esercitazione preventiva adeguata ai possibili rischi del luogo di lavoro.

In sostanza, quindi, il datore di lavoro risponde penalmente e civilmente per tutti i danni fisici ai dipendenti determinati dalla mancata adozione di adeguati sistemi di sicurezza sul lavoro; ecco allora che assicurare ai propri lavoratori un’idonea strumentazione antinfortunistica è il primo passo per mettere in sicurezza la propria azienda ed evitare di incorrere in pesanti sanzioni civili e penali.

Fonte: www.pmi.it 

Sicurezza sul lavoro: quale sistema antinfortunistico adottare?

Sul mercato esistono diversi sistemi per la sicurezza sul lavoro; è chiaro quindi che la scelta di quello più adatto dipenderà dalla tipologia di attività svolta e dalle esigenze specifiche di ogni azienda.

Tra le diverse misure preventive per la sicurezza sul lavoro rientrano, naturalmente, tutti i sistemi di sicurezza contro le cadute dall’alto, obbligatori –  per legge – quando si opera dai due metri di altezza in poi, sia per attività svolte all’interno della fabbrica, sia per quelle eseguite all’esterno.

Con i sistemi anticaduta di Gruppo Stea puoi mettere in sicurezza la vita tua e quella degli altri, azzerando la preoccupazione di poter creare danni fisici a persone e cose! Progettiamo, realizziamo e installiamo sistemi anticaduta per interni e sistemi Linea Vita per esterni in grado di garantirti la massima sicurezza e tranquillità sul lavoro:

 Sistemi anticaduta per interni per:

  • Carri ponte
  • Silos
  • Impianti da ispezionare con dislivelli oltre i 2 metri

Sistemi Linea Vita per esterni:

  • Linee vita per tetti piani e in pendenza
  • Parapetti
  • Scale di sicurezza

Partner di Linea Vita®, marchio leader nel mercato dei sistemi di sicurezza anticaduta, possiamo accompagnarti nella scelta più adatta alle tue necessità, offrendoti la garanzia di una protezione senza eguali.

E allora che aspetti?

 

Non rischiare: metti subito in sicurezza la tua azienda con i nostri sistemi anticaduta dall’alto!

Contattaci subito: Tel: 0444.914381   E-mail: info@lineavitastea.it

ULTIME NEWS